Contenitore di eventi  dedicato al tema del Riuso dell'Architettura Moderna




 




CONTENITORE DEDICATO AL RIUSO DEL MODERNO

L’ORDINE degli Architetti PPC della Provincia di Rimini CREA, dal quattro Ottobre al primo Dicembre 2019, un GRANDE EVENTO, incontri  e mostre, dedicati al tema del Riuso del Moderno per stimolare e sensibilizzare la cultura del recupero del patrimonio architettonico legato all’Architettura moderna. 

Il programma è ricco di eventi: convegni, workshop, tavole rotonde e mostre contestuali finalizzato a promuovere la valorizzazione di un patrimonio architettonico, eredità storica da preservare e trasmettere alle future generazioni. 

Attori, tematiche e destinatari

I protagonisti di questo dialogo pubblico saranno rappresentanti degli Ordini professionali imaggiormente impegnati sul fronte del tema del Riuso; tecnici, amministratori ma anche docenti universitari e figure di rilievo del panorama culturale italiano: dalla cinematografia alla fotografia, dalla sociologia alla storia e alla pubblicistica di settore.
Il tema sarà rappresentato da un coro di voci in grado di ricostruire la prospettiva di complessità che lo caratterizza e di aprire un dialogo con tutta la cittadinanza, nella consapevolezza che anche le porzioni di paesaggi urbani che le architetture moderno compongono sono beni comuni i cui destini sono profondamente legati a quelli degli uomini che li vivono.

Finalità

Esito finale dell’iniziativa sarà quello di condividere e rilanciare, durante la Tavola rotonda conclusiva (domenica 1 dicembre 2019), un Manifesto programmatico per il Riuso del Moderno sulle seguenti tematiche:

  • come trasformare i luoghi urbani legati al Moderno, attualmente intrisi di problematiche, in spazi nuovamente attrattivi, sia dal punto di vista culturale, sia dal punto di vista delle relazioni sociali, sia rispetto ad eventuali opportunità commerciali;
  • come attrarre talenti, avviare processi d’innovazione, eliminare gli sbarramenti culturali, i pregiudizi ideologici e le barriere fisiche;
  • come rendere il concorso di architettura strumento di partecipazione condivisa e garanzia di qualità.

 


 

 

Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la informazioni nella  cookie policy. Cliccando su ok, acconsenti all’uso dei cookie.